diritti alimentazione

Blog di Tiziano Motti: Una Vita più Sana

Carne di cavallo nel 5% della carne etichettata come bovina in Europa

Lascia un commento

Articolo tratto da:

http://www.ecoblog.it/post/63395/carne-di-cavallo-nel-5-della-carne-etichettata-come-bovina-in-europa

Carne di cavallo nel 5% della carne etichettata come bovina in Europa

La Commissione Europea pubblica dati che confermano come la frode alimentare non sia episodica ma sistematica.

La Commissione europea ha reso noti ieri i dati dei test condotti sulla carne in vendita nei mercati comunitari. Il risultato dei test è a dir poco scioccante, la notizia, probabilmente, è la più grave da quando, a gennaio, è esploso lo scandalo della carne equina: nel 5% della carne etichetta come bovina sono state trovate piccole percentuali di carne di cavallo. I test del DNA sono stati effettuati su oltre 4.000 prodotti bovini: 193 di questi sono risultati positivi.

La Commissione ha  anche preso in esame 3.000 carcasse di cavalli e nello 0,5% dei casi ha riscontrato tracce di fenilbutazone, farmaco potenzialmente dannoso e assolutamente proibito nella catena alimentare umana. Sia il commissario per la salute e per i consumatori Tonio Borg che la European Food Safety Authority (EFSA) hanno dichiarato che si tratta di frode alimentare e non di un problema di sicurezza alimentare. L’ESFA ha dichiarato che i quantitativi di fenilbutazone non sono tali da rappresentare un rischio per la salute.

Lo scandalo della carne equina è diventato una priorità sul mercato continentale visto che è andato a minare la fiducia dei consumatori, facendo crollare le vendite del settore alimentare.  La Francia è il Paese nel quale è stata riscontrata la maggiore percentuale di frodi alimentari con ben 47 test positivi su 353 effettuati, vale a dire il 13% dei casi. Al Regno Unito, invece, il biasimevole primato dei 14 test positivi al fenilbutazone nella carne equina destinata al consumo umano. Anche se va detto che nel Regno Unito sono stati effettuati circa 800 controlli, oltre un quarto di tutti quelli eseguiti nell’Unione Europea.

Intanto ecco l’elenco dei 25 prodotti italiani (di sedici marchi differenti) risultati positivi alla carne equina, comunicati dal Ministero della Salute alla Commissione Europea due giorni fa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...